Scudo di legno risalente all’Età del Ferro scoperto in Inghilterra

scudo di legno

Uno scudo di legno, risalente all’Età del Ferro, è stato rinvenuto nei giorni precedenti nei pressi di Leicester (Inghilterra): si tratta di un ritrovamento eccezionale, non solo perché è datato a più di 2300 anni fa, ma anche perché il legno è uno dei materiali più deteriorabili, quindi ha meno probabilità di sopravvivere all’incidere del tempo.

Secondo quanto riportato dalle pagine del The Guardian, lo scudo è stato rinvenuto all’interno di un pozzo fangoso, situato nelle Midlands, da un gruppo di archeologi guidati da Matt Beamish del Servizio Archeologico dell’Università di Leicester.

Beamish ha dichiarato che in precedenza si pensava che gli scudi fatti con la corteccia degli alberi fossero troppo fragili per poter essere utilizzati in guerra.

I test effettuati con le copie degli scudi hanno però rivelato che, nonostante questo difetto, fossero anche più duri e leggeri.

I ricercatori che, dopo aver recuperato i frammenti, hanno ricostruito lo scudo, hanno scoperto che lo spessore misurava poco meno di mezzo centimetro, che era fatto con la corteccia verde proveniente da ontani e salici e che veniva irrigidito con asticelle di legno interne.

I bordi dello scudo antico erano anch’essi in legno, mentre un pezzo di stoffa proteggeva il manico in legno, che era dipinto con uno schema a scacchiera rosso.

Si tratta di una tecnologia che, fino a non poco tempo fa, era stata ritenuta perduta” ha aggiunto Beamish. “Per quanto ne sappiamo, prima d’ora non è mai stata vista, ma presumibilmente era una tecnica che veniva utilizzata per creare oggetti in corteccia.”

Durante l’Età del Ferro le persone che vivevano nel Leicestershire, una regione che fa parte delle Midlands, si trovavano in insediamenti simili a villaggi ed erano dedite all’agricoltura.

Tuttavia, secondo quanto rivelato da un altro ritrovamento importante avvenuto nella zona (11 calderoni con dentro il loro contenuto e altri manufatti), gli archeologi hanno intuito che gli abitanti delle zone circostanti si recassero lì anche per partecipare a grandi feste.

Durante questi raduni, che si svolgevano in periodi significativi dell’anno ed erano quasi sempre mirati a celebrare un rito di passaggio o un raccolto andato bene, veniva organizzato un banchetto, che nell’Età del Ferro aveva un importante ruolo sociale, in quanto contribuiva a riunire una comunità più ampia e anche ad aumentare le possibilità di stringere amicizia, stipulare nuove alleanze o combinare matrimoni.

Di Francesca Orelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...