5 curiosità su Leonardo Da Vinci che ancora non conoscevi

leonardo da vinci

Leonardo Da Vinci è considerato ancora oggi uno degli uomini più interessanti del Rinascimento, sia perché coltivava numerose passioni, sia perché grazie alle sue macchine volanti ha gettato le basi per i futuri aerei.

Deceduto all’età di 67 anni il 2 maggio 1519, venne sepolto nella chiesa del piccolo castello di Amboise, demolito all’inizio del XIX secolo.

A partire da gennaio 2019 Milano, che è stata una delle città in cui Leonardo Da Vinci ha lasciato maggiormente la sua impronta, ha cominciato a celebrarlo con mostre, conferenze ed eventi culturali.

Il mistero che ancora lo circonda ha dato vita ad alcune curiosità, iniziate con Dan Brown, autore de Il codice Da Vinci, e sostenute poi da storici, scienziati e semplici appassionati.

Tra queste, che sono davvero numerose, noi abbiamo raccolto le 5 curiosità più originali su Leonardo Da Vinci e che, ancora adesso, poche persone conoscono.

1.I segreti de La Valle dell’Arno

La Valle dell’Arno è stato uno dei primi dipinti fatti da Leonardo Da Vinci.

Nel 1473 due uomini, osservando quello che sostanzialmente era un paesaggio, dissero ad un allievo di Da Vinci di aver visto elefanti, cammelli e uccelli esotici.

Solo che in questo dipinto, come confermato anche dall’allievo, non c’erano elefanti, né altri animali.

2.L’Apostolo Giovanni de L’ultima cena

Galeotto in questo caso è stato Dan Brown, che ha sempre sostenuto che l’apostolo Giovanni, visibile nel quadro L’Ultima cena, abbia tratti femminili e che, in realtà, rappresenti Maria Maddalena.

Questa teoria, seppur affascinante, fino ad oggi non ha trovato alcun riscontro tra gli studiosi.

3.Animali ne La Monnalisa

Ron Piccirillo, un artista di New York, dopo aver esaminato La Monnalisa, ha affermato che guardando il quadro a testa in giù e seguendone i punti salienti, è stato in grado di individuare la testa di un leone, di una scimmia e di un bufalo.

4.La Monnalisa è un uomo?

Lillian Schwartz in un articolo di Arts&Antiques del 1987 ha dichiarato che La Monnalisa non è una donna, ma un uomo vestito con abiti femminili.

5.L’adorazione dei Magi è stata disegnata interamente a mano libera

L’adorazione dei Magi di Leonardo Da Vinci, restaurata e restituita agli Uffizi nel 2017, contiene 70 figure, ciascuna delle quali è stata disegnata a mano libera sul pannello e senza fare schizzi preliminari.

Un chiaro esempio della spontaneità artistica di Leonardo.

Di Francesca Orelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...