A Crotone va in scena la musica barocca

Festival di musica antica Leonardo Vinci a Crotone

Il 2 marzo è cominciata Crotone Barocca, una rassegna di Musica Antica, organizzata dall’Associazione Festival dell’Aurora ed E20 Music Management, che terminerà il 30 marzo. 

La manifestazione nasce con l’intento di omaggiare il compositore calabrese Leonardo Vinci, considerato una fra i più importanti rappresentanti della Scuola musicale napoletana del Settecento

Leonardo Vinci, nato a Strongoli nel 1690, è stato apprezzato da musicisti come Vivaldi e Häendel e uno dei compositori più richiesti nei teatri italiani. Ma le sue opere, così come un po’ tutta la musica barocca, sono state troppo spesso dimenticate o, comunque, confinate a pochi eventi esclusivi.

Per questo motivo la città di Crotone, insieme al direttore artistico di questa rassegna, Luca Campana,  ha deciso di organizzare un’intera giornata, quella del 28 aprile prossimo, dedicata alla musica e agli studi del compositore calabrese.

Nel frattempo la città ospiterà per tutto il mese di marzo musicisti di fama internazionale e giovani promesse della musica antica che si alterneranno in un repertorio musicale, quello del Seicento e del Settecento, suonando gli strumenti dell’epoca.

Sabato prossimo 9 marzo presso la settecentesca chiesa di San Giuseppe, nel centro storico, sarà la volta del concerto per flauto traversiere Splendore Barocco che avrà come protagonisti Laura Pontecorvo (flauto traversiere) e Guido Morini (clavicembalo). Nel programma è previsto un personale omaggio a Leonardo Vinci dei due musicisiti, che eseguiranno alcune arie da La Partenope, ovvero Rosmira fedele, opera portata in scena al Teatro San Crisostomo di Venezia nel 1725.

Il Festival proseguirà con due masterclass rivolte ai giovani musicisti del liceo musicale G.V. Gravina: il 15 marzo Rodolfo La Banca terrà una lezione sui clarinetti; il 15 e il 16 marzo, invece, Luca Ranzato, violinista barocco, parlerà dell’arte della variazione e dell’improvvisazione barocca.

Sabato 16 marzo il docente di organo al Conservatorio di Potenza, Cosimo Prontera, terrà un concerto intitolato Le improvvisazioni scritte, il cui vero protagonista sarà l’organo di Scuola napoletana del XVII secolo del Duomo.

Domenica 24 marzo la rassegna regalerà un concerto imperdibile che farà rivivere i dodici anni di vita musicale italiana e tedesca: Le prospettive musicali del Settecento europeo tenuto dal’ Ensemble crotonese di musica barocca Armonia Antiqua, insieme al soprano Marta Redaelli e al sopranista Federico Fiorio. In programma ci sono Antonio Vivaldi, Leonardo Vinci e George Friedrich Händel.

Il Festival finirà il 30 marzo con ben due appuntamenti: alle 10.00 la giornalista Giulia Tassone intervisterà il musicista, compositore, docente e autore del romanzo Sebastiano in fuga, Livio de Luca. La sera, invece, lo stesso de Luca terrà il concerto Melodia, forma ed improvvisazione accanto alla giovane crotonese Danila Abate, talentuosa promessa della lirica. I due musicisti omaggeranno Scarlatti, Cotamucci e Bach, senza dimenticare naturalmente la scuola napoletana del Settecento.

Tutti i concerti sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

di Virna Cipriani

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...