Falkor: cavalchiamo il Fortunadrago della Storia Infinita negli Studios bavaresi!

Bavaria Film Studios (Bavaria Filmstadt, nella denominazione locale), Monaco di Baviera: senza dubbio una meta appetibile per gli appassionati di produzioni tedesche, sia cinematografiche che televisive.

Il museo/parco divertimenti, sul modello dei grandi studios americani (sia pure su scala più ridotta) ospita alcuni dei set di telefilm e soap opera realizzate in Germania come Tempesta d’Amore (è possibile visitare la reception dell’Hotel Furstenhof, per esempio) o provenienti da pellicole cinematografiche di produzione o coproduzione tedesca, quali i film “con attori veri” di Asterix o il sommergibile di U-Boot 96.

Qui nel corso dei decenni furono girati gli interni di molte altre serie TV, dall’Ispettore Derrick a Tatort, quest’ultima forse meno nota in Italia ma in patria è in produzione da ben mezzo secolo!

Tuttavia la punta di diamante è senza dubbio rappresentata dalla possibilità di fare visita alle creature fantastiche de La Storia Infinita, il celebre film tratto nel 1984 dal romanzo di Michael Ende e che stabilì un record come produzione più costosa mai realizzata in Germania fino a quel momento.

All’epoca non si faceva ancora uso della grafica 3D per gli effetti speciali, possiamo perciò ritrovare in carne e ossa (bè, in tessuto e circuiti elettromeccanici, a dire il vero) Falkor il Fortunadrago. Qui i piccoli visitatori hanno la possibilità di sentirsi un po’ Bastian mentre si lancia nella lotta contro il Nulla potendo realmente cavalcare il cagnolone volante, ma sono presenti anche gli altri personaggi del film rimasti nel cuore degli spettatori: il Mordiroccia, Morla la Tartaruga, la Lumaca Turbo e le letali sfingi a guardia della porta che conduce all’Oracolo.

Il parco tematico prevede numerosi eventi interattivi che coinvolgono i visitatori, i quali possono inoltre provare l’esperienza del cinema 4D.

Se siete interessati a visitare la storica Cinecittà tedesca (gli studios furono fondati all’inizio del Novecento), vi consiglio di prenotare in anticipo i biglietti per evitare lunghe code e ricordo che i tour guidati sono disponibili in lingua tedesca oppure in inglese.

Di Corrado Festa Bianchet

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...