Dracula: la più bella storia d’amore di tutti i tempi

Dracula e Catharina: la più bella storia d'amore di tutti i tempi

“Dracula di Bram Stoker” è un film del 1992 diretto da Francis Ford Coppola. La storia trae origine dal capolavoro “Dracula” dell’autore irlandese Bram Stoker, pubblicato nel 1897 e ispirato ai racconti sul principe Vlad III di Valacchia scritti dallo studioso ungherese Arminius Vambéry.

Pietra miliare della letteratura gotica, “Dracula” di Bram Stoker riscosse fin da subito un enorme successo. L’autore seppe creare un personaggio che, per la sua crudeltà, ha reso inquiete e affascinato generazioni di lettori.

La pellicola di Coppola, seppur diversa, è stata all’altezza del romanzo. Un grande merito del regista è quello di aver trasformato il malvagio Dracula in un eroe romantico.

Chi ha amato il libro forse è rimasto disorientato dalla versione cinematografica. Eppure il regista statunitense ha voluto mettere in luce una struggente e appassionante storia d’amore, ispirata a una vicenda che pare sia accaduta realmente. L’amore tra Vlad Tepes III, il conte Dracula per l’appunto, e Katharina Siegel.

Era il Natale del 1455. A Brasov, in Transilvania, nevicava molto forte e un gruppo di ragazze trainava con fatica, su una strada in salita, una slitta carica di vivande, destinate ai soldati accampati nel Bastione dei Tessitori di Brasov, poco lontano da dove abitava Vlad III.

Il nobile valacco corse in aiuto delle giovani e rimase incantato dalla bellezza di una di loro in particolar modo: Katharina, la figlia di un noto tessitore della città, Thomas Siegel.

La fanciulla, allora 17enne, era conosciuta in città per la sua avvenenza. Vlad, quasi 34enne e sposato con Anastasia, la nipote della regina di Polonia, se ne innamorò non appena la vide. I due iniziarono una relazione clandestina che durò vent’anni e diede a Vlad ben cinque figli.

Si narra di come l’uomo volesse a tutti i costi sposare la sua Katharina e scrisse più volte a Papa Pio II, chiedendo l’annullamento del suo matrimonio. Annullamento che non ottenne mai.

L’amore tra i due fu molto contrastato, in special modo da alcune famiglie di nobili sassoni di Brasov che speravano in un’unione tra la giovane e i loro figli.

Le cronache raccontano di come la passione e la gelosia per l’ amata avesse portato il conte Vlad a crisi violente. Infuriato per gli intrighi organizzati alle sue spalle e per le alte tasse imposte dai Sassoni a Brasov, il 2 aprile del 1459 il nobile romeno bruciò tutti i raccolti di mais. Non contento, catturò centinaia di mercanti e cittadini che arrivarono in città con le merci, e li impalò nel quartiere di Bartolomeu.

Durante quel massacro, il conte ricevette la notizia che alcune mogli dei commercianti uccisi avevano rapito Katharina, l’avevano picchiata, trascinata nella piazza, legata alla gogna e infine le avevano tagliato le bionde ciocche di capelli.

Imbestialito per l’accaduto, Vlad minacciò d’incendiare la corte intera ma dovette invece liberare gli ostaggi pur di salvare la sua amata.

La leggenda vuole che il nobile, giunto nella piazza, scorse le ciocche bionde ai piedi di Katharina, ne raccolse una e la custodì gelosamente in uno scrigno per il resto della sua vita.

La morte del conte Dracula è avvolta nel mistero. Si sa che avvenne nel 1476 e che il nobile non riuscì mai a legarsi ufficialmente al suo grande amore.

Addolorata per la sua morte, Katharina si chiuse a 39 anni in un convento e trascorse lì il resto della sua vita. Di questa struggente storia d’amore ciò che rimane a noi è la casa di Str. Schema di Poarta n. 14.

di Virna Cipriani

Immagine tratta da We Heart It

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...