Haraldsplass: un nuovo concetto di ospedale in Norvegia, presto anche in Italia

L’ospedale Haraldsplass di Bergen, in Norvegia, fu edificato nel 1939 ma è stato recentemente inaugurato nella sua nuova forma secondo il progetto di C.F. Møller, architetto danese già apprezzato per numerose opere analoghe.

Non solo eco-sostenibile<\, l’edificio è ora realizzato per accogliere nel massimo comfort pazienti e visitatori.

I tradizionali corridoi ospedalieri spariscono, sostituiti da due atri coperti e una disposizione degli ambienti interni più razionale ed efficiente.

I reparti sono costruiti attorno a queste due aree comuni: una è pubblica e vi trovano posto la reception, una comoda sala d’attesa che è un vero e proprio salottino e servizi come un negozio e il bar caffetteria.

L’altra zona è invece riservata ai pazienti e ai loro ospiti. La nuova disposizione ha permesso di incrementare di 170 il numero dei posti letto, portando questo padiglione a più del doppio della capienza originale.

L’orientamento e le ampie vetrate garantiscono un’efficiente illuminazione a giorno e una piacevole e rilassante vista sul giardino con fiori, laghetti e persino bambù che arricchisce il già notevole paesaggio naturale circostante: l’Haraldsplass sorge infatti ai piedi del monte Ulriken e lungo il fiume Møllendalselven.

C.F. Møller, inoltre, sta dal 2014 collaborando con l’Azienda ospedaliera universitaria di Sassari: il progetto di ampliamento prevede tra l’altro la connessione tramite corridoi sotterranei e strutture sopraelevate dei due edifici, l’ospedale regionale e quello universitario, attualmente separati. Il nuovo atrio includerà, anche in questo caso, servizi e aree ricreative a beneficio dei visitatori.

Sono previsti 30.000 metri quadrati di nuove aree, in sostituzione di edifici obsoleti e non rispettosi delle norme antisismiche.

Tutto in conformità con il principio della healing architecture, l’architettura della guarigione, di cui già oggi possono beneficiare gli ospiti dell’Haraldsplass.

Di Corrado Festa Bianchet

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...