L’Infinito di Leopardi torna a Recanati

Il manoscritto originale de l’Infinito di Giacomo Leopardi è tornato a Recanati per celebrare il bicentenario dalla sua stesura.

Sono passati ben 23 anni da quando il carteggio de l’Infinito è stato esposto nella città natale del poeta, a Casa Leopardi per l’esattezza.

Questa volta sarà possibile ammirarlo dal 20 dicembre a Villa Colloredo Mels e sarà la punta di diamante di un progetto, Infinito Leopardi, organizzato per festeggiare l’anniversario di una delle poesie più lette e studiate al mondo.

Il manoscritto de L’Infinito, composto da Leopardi nel 1819 a soli 20 anni., è rimasto finora custodito a Visso, nel Museo dei manoscritti Leopardiani, nonostante il terremoto del 2016 avesse gravemente danneggiato l’edificio.

L'Infinito di Leopardi
Foto tratta da Il Cittadino di Recanati

L’evento Infinito Leopardi sarà inoltre l’occasione per omaggiare il poeta marchigiano nell’arco di tutto il 2019 attraverso mostre, conferenze, spettacoli e pubblicazioni che ruoteranno intorno a un tema molto caro all’artista: “l’infinito e le infinite espressioni dell’uomo nella natura”.

Inoltre nel 2019  Recanati darà il via ai lavori di consolidamento del Colle dell’Infinito, il luogo che ispirò il poeta proprio durante la stesura dell’idillio. Qui Leopardi amava finire le sue passeggiate quotidiane e restare volentieri ad ammirarne il paesaggio.

Dopo l’omaggio a Rossini di quest’anno, la città marchigiana si trasformerà in un enorme laboratorio in pieno fermento con un unico scopo: quello di stimolare le persone a riavvicinarsi al “pensiero leopardiano”.

Dal 21 dicembre 2018 fino al 19 maggio 2019 sarà possibile visionare la mostra Infinità/Immensità, curata da Laura Melosi, direttrice della Cattedra Leopardiana presso l’Università degli Studi di Macerata. Un’esposizione dei manoscritti appartenenti al Comune di Visso che verrà accompagnata da una loro rilettura.

Una seconda mostra, Mario Giacomelli. Giacomo Leopardi, L’Infinito, A Silvia, a cura di Alessandro Giampaoli e Marco Andreani vedrà protagonista un’altra celebre lirica, A Silvia, insieme a L’Infinito, e sarà incentrata su un foto racconto intitolato A Silvia, ispirato alla omonima poesia.

A partire da giugno 2019 avranno infine luogo due nuovi allestimenti che analizzeranno il tema Infinito come espressione artistica sotto diversi punti di vista.

Un’occasione imperdibile per riscoprire uno dei più grandi poeti italiani di tutti i tempi.

di VIrna Cipriani

Foto tratta da Il Foglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...