Recensione di Succede, di Sofia Viscardi

Benvenuti in questa nuova rubrica in cui cercheremo di scoprire se vale davvero la pena leggere certi libri. Io dico di sì, almeno per farci quattro risate insieme.

***ATTENZIONE: SPOILER***

DAVVERO: SPOILER ESAGERATO!

NON CONTINUARE SE INTENDI LEGGERE IL LIBRO

Ok. Veniamo subito a noi, giovani appassionati di libri brutti!

Questa volta ho letto per voi (per me) questo capolavoro per adolescenti con evidenti problemi: “Succede”, di Sofia Viscardi.

La nostra protagonista si chiama Meg, che dovrebbe essere il diminutivo di Margherita, ma che per noi sarà quello di Megarincoglionita.

Ha 17 anni, frequenta un liceo, gira in tuta, è sempre distratta e vive con due genitori che alle ultime elezioni hanno di sicuro votato Possibile.

Megarinco ha due amici: Olimpia, bella, brillante e già pronta per fare la tronista di Uomini e donne, e Tom, alto e boh… alto.

Il primo capitolo si apre con Meg che ha fatto tardi per andare a scuola, quindi assonnata esce di casa senza nemmeno guardarsi allo specchio e indossando una tuta. Tipica protagonista che presto vedremo interpretata da Alessandra Mastronardi.

Sull’autobus Meg legge “Il mondo di Sofia”, che temo non sia davvero quel “Il mondo di Sofia”, ma un altro libro che presto la Viscardi ci propinerà (se lo ha già fatto non ditemelo nemmeno).

Che sbadata: Megarincoglionita sbatte contro un figo della madonna che subito, premuroso, le raccoglie il libro e le fa i complimenti per la lettura. Quindi analizziamo bene la scena: figo, 19 anni, che nota il libro. Diciamo in coro: MA CHI CE CREDE.

Lo stra gnocco si presenta a Meg, ma lei lo trova molto sfacciato.

Firefly

La cosa comunque passerà abbastanza in cavalleria perché, come vedrete in seguito, Meg non è un’adolescente normale. Per fortuna c’è sempre Olimpia che tra un OH MIO DIO e un gridolino mostra un minimo di entusiasmo (e di gioventù).

La giornata di Meg viene interamente dedicata al gossip a casa di Olimpia. Dovrebbero studiare ma snapchat le fagocita.

Il pomeriggio di studio si tramuta, come nella migliore tradizione, in 4 ore di cazzeggio finché la madre civatiana non chiama la piccola Meg: “Dovevi essere qui alle 20.30 e sono già le 20.37!”. Sette minuti di ritardo per studiare. Inaccettabile.

Sarete sicuramente sollevati nel sapere che Megarinco riesce ad arrivare a casa alle ore 21.07.

A casa di Meg non usano i riscaldamenti perché suo padre Leonardo Di Caprio sostiene che inquinino troppo. Che bella questa famiglia di sinistroidi radical chic, mi sento a casa. Adottatemi.

Ah, non hanno nemmeno un’automobile.

Dopo cena, Megarinco decide di studiare scienze ma prima si prepara il caffè, poi si strucca, poi si lancia sul letto, mette le cuffie e legge due pagine di “Il mondo di Sofia”, poi si addormenta. Non so voi ma quando andavo al liceo e dicevo di studiare era un po’ diverso.

studia

Da questo momento in poi i genitori simpatici di Margherita le vietano giustamente di avvicinarsi alla cucina. Nel frattempo un mistero ci terrà incollati al libro: Olimpia ha un segreto che le vuole rivelare domani all’uscita di scuola.

Il giorno dopo Meg si alza presto perché vuole prendersi cura di sé vestendosi meglio e truccandosi.

treat yo

Sta per finire il pranzo e Meg nota qualcosa di strano a distanza. Guarda caso Tom è proprio lì, e lei cerca subito conforto in lui. Lasciano Samuele come uno stronzo e corrono dall’altro lato della strada dove pensano di trovare Olimpia e Max. Ovviamente non erano loro.

Samuele le manda un SMS.

Sappiate che Meg trova questo messaggio molto sfacciato. Avere 71 anni e non sentirli.

Meg, da cui forse dovrei imparare a vivere, accetta la richiesta d’amicizia ma non risponde al messaggio perché lei “odia i messaggi”.
Fun fact: il padre buontempone di Meg pensa che lavarsi i capelli senza shampoo sia cosa buona e giusta, la correttrice di bozze di Mondadori invece sarà una che odia il congiuntivo. (Dal libro: “Mio padre cerca di convincerci che i capelli vanno lavati senza shampoo”).
Scopriamo grazie a Olimpia che Meg e Tom si sono dati il primo bacio quando erano molto piccoli, la questione viene affrontata con molto vergogna da parte dei due e infatti non avremo molti dettagli, sappiamo solo che avevano 10 anni ed è stato un bacio romantico.
Samuele, non contento di essere stato mollato da solo al bar il giorno prima, torna da Meg e chiede se è tutto a posto, dopo di che le regala un libro che lei desiderava assolutamente. Si danno appuntamento per sabato anche se Meg pensa che sia un tipo strano.
All’uscita da scuola Meg vede Tom con una stangona, si irrita perché le ragazze non sono un giocattolo e bla bla bla.
Arrivata a casa Meg trova un fiore sul suo letto, lasciato da Samuele. Al mio paese questo sarebbe violazione di domicilio (art. 614 c.p.) ma Olimpia trova tutto molto romantico.
Arriva il fatidico sabato e alle 7 del mattino Olimpia piomba a casa di Meg per dirle cosa mettere. Questa a 17 anni non ha un’amica, ha una badante.
Olimpia è iper super eccitata perché – tenetelo bene a mente, è importante – questo è IL PRIMO VERO APPUNTAMENTO DI MEG.
Meg è infelice – strano, una personalità così frizzantina ! – ma Olimpia la rassicura perché tutti fanno degli errori e lei deve solo andare avanti (MA PERCHÉ, MA PER COSA, MA DI CHE PARLATE?).
Meg si dirige verso il luogo dell’appuntamento e nel frattempo dice che ama l’inverno, nel senso che ama stare a casa con la coperta mentre fuori piove. A noi che piace l’inverno, invece, piace proprio restare in strada a prenderci la broncopolmonite.

La chiamavano simpatia:

L’appuntamento di Meg e Samuele va piuttosto bene ma mi fa rimpiangere maledettamente Babi e Step (quello sì che era un libro per adolescenti degno di quel nome, non questa cacacazzi).
Meg si dice stranita dalla gentilezza di Samuele, proprio non capisce cosa vuole da lei. Per essere sicurissima chiama Olimpia.
chissà
Vanno all’Arnold Coffee, e giustamente Megarinco fa cadere il cappuccino addosso a due tipe. Dovremmo dirle di andare a fare la visita dall’otorino.
A fine appuntamento si baciano ma lei non è sicura, non voleva baciarlo, forse era meglio che non lo baciasse e tutte queste menate che nessuna adolescente si è fatta mai.
La mattina successiva Meg entra in un bar dove non va mai: in fondo alla sala le sembra di vedere Samuele con Olimpia. Ma com’è possibile, si chiede. Si distrae un attimo e Samuele è solo e Olimpia entra magicamente dalla porta d’ingresso.
insinuando
Per fortuna arriva Olimpia, che spinge Meg ad andare in moto con Samuele (“che sfacciato!”, pensa di nuovo lei, che sa tre parole in croce).
Si ribaciano e lei non lo sa se è la cosa giusta da fare ma forse le è piaciuto ma deve restare sola e riflettere e non è sicura di niente e forse deve chiamare Olimpia oppure parlare con sua madre cosa fanno le persone normali dopo un bacio. E CHE DUE COGLIONI MARGHERÌ.
Devo essere onesta: a volte mi rivedo in lei e penso “sembro io quando dico a Sara che voglio tornare con il mio ex”.
Margherita si sfoga con sua madre che le dice che è ora di fare un passo avanti, ma purtroppo la 17enne Meg ha un passato difficile di cui non riesce a parlare. Il suo primo appuntamento è stato l’altro ieri ma ha un passato difficile. Ok.
Sono passate due settimane e la diffidentissima Meg sembra essere finalmente un’adolescente normale e si sta godendo la conoscenza di Samuele. Ma COLPO DI SCENA.
sorpresa gif
Va con Olimpia da H&M e le tiene la borsa mentre lei prova vestiti. Il telefono di Olimpia suona di continuo e lei sbircia una conversazione tra lei e Tom.
Nei messaggi Tom cazzia Olimpia perché Megarinco sta iniziando la sua PRIMA VERA RELAZIONE – ricordatevi anche questo – ma non sapendo che tutto è stato orchestrato da Olimpia!
Tutto orchestrato da Olimpia = Olimpia ha spinto Samuele a conoscere Meg.
Nei messaggi Tom confessa anche il suo amore per Margherita. CHI L’AVREBBE MAI DETTO!
Meg è scioccata per quanto ha scoperto, l’amica le urla che deve andare avanti perché sono passati due anni e deve andare avanti MA DA COSA DIODIDIOOOO CI DITE DA COSAAAA!
Meg corre a casa di Samuele per sfancularlo, lui le dice che adesso le piace davvero e che è una “parte importanti delle sue giornate”. Lo perdoneremo solo perché da adolescenti 2 settimane sono, in effetti, un sacco di tempo.
Meg lo molla lì disperato e se ne va. La riproduzione casuale GUARDA CASO le fa ascoltare una canzone che le ricorda *il brutto periodo di cui non vuole parlare*. NO MA CONTINUATE PURE TANTO NOI SIAMO STRONZI E NON FA NIENTE SE NON CI CAPIAMO NIENTE.
Si perde per le strade e la madre la chiama dopo ore e ore e la va a recuperare. La stessa madre che all’inizio del libro l’aveva quasi messa in punizione per 7 minuti di ritardo. La stessa madre che, in teoria, non dovrebbe possedere un’automobile.
Senti Mondadori li vogliamo assumere due stagista sotto pagati che vi controllino la coerenza delle storie? Grazie.
Stefania sarà provvidenziale perché le insegnerà ad aspirare una sigaretta e le dirà che Olimpia è una gallina.
applauso
Meg salta la scuola e si rifugia dentro un bar dove guarda caso incontra una sua compagna di classe un po’ metallara (stereotipi a go go) che non si era mai cagata prima di quel giorno.
Stefania è molto scurrile per la nostra Meg che aveva Olimpia che la chiamava principessa e ora si trova nel mondo reale con una che le chiede: “ma gliel’hai data almeno?”
Vi rendete conto che siamo a più di metà e non è successo quasi niente o è solo una mia impressione? A questo punto Step aveva già portato Babi a Fregene.
La nostra Meg che ci ha messo settimane per uscire un pomeriggio con Samuele, decide di uscire con Stefania e i suoi amici. Si trucca e si fa carina per poi scoprire di essere uscita con un gruppo punk.
stereotipo
Il gruppetto va in un pub e Stefania propone di partire con un giro di shot. “Cosa sono gli shot?” si chiede Megarinco che nel frattempo sta vagliando le proposte analcoliche del menù.
Il gruppetto felice ordina shot di assenzio come se non fosse benzina agricola, la nostra ingenua Meg corre in bagno a googlare “shot assenzio”. Non ci sono più i 17enni milanesi di una volta!
Coraggiosissima, la nostra Meg fa 5 giri di shot all’assenzio e, nonostante neanche sapesse cosa fossero, non è ancora entrata in coma etilico.
Ma non contenti dopo i 5 shot ecco che arriva la brillante idea di bere un “drink”. Megarinconon sapeva cosa fosse uno shot all’assenzio, figuriamoci se sa cos’è un Sex on the beach, ma continua imperterrita a bere.
Anche il Sex on the beach viene bevuto alla goccia, e Megarincoglionita non fa una piega. A questo punto però è abbastanza ubriaca, sta per baciare un amico di Stefania ma SBAM! spunta fuori Tom.
Qualcuno ha mai visto Tom e Clark Kent nella stessa stanza? Io comincio a pensare siano la stessa persona.
Tom si incazza perché giustamente dice: mi hai rotto il cazzo per un tiro di canna e ora tu sei ubriaca marcia con degli sconosciuti? Poi la bacia. A Meg piace.
Ma figuriamoci se Meg non si fa venire mille paranoie anche su questa cosa: il giorno dopo entra in confusione totale. Non lo so se è giusto, non lo so se lo voglio, come faccio e bla bla bla.
claudio-amendola-1018689.gif
A scuola, Meg si siede accanto a Stefania e Olimpia si sente molto offesa dal gesto. All’uscita, Meg intravede Olimpia con il rampante trentenne Max. Li guarda, sembrano molto carini e felici.
A cena, guarda caso, Meg è costretta a restare a casa perché i suoi hanno ospiti. Il padre ci tiene tanto che lei conosca un suo nuovo cliente con la famiglia. Lo sentite il merdone dietro l’angolo?
A casa di Meg arriva una bellissima e dolcissima donna con due bambini molto teneri e – TA DAAAAA! – il famigerato Daniele, cliente del padre, non è altro che Max.
Ce lo potevamo aspettare dai.
Meg, che non vuole comunque parlare con Olimpia ma non può lasciarla nelle mani del mentitore, le manda una mail anonima. Olimpia va subito a ringraziarla perché: “non conosco nessun altro che non usa le maiuscole all’inizio delle frasi”. AH.
Finalmente Megarinco è pronta e affronta Tom. Va sotto casa sua e si fa dire perché lui è innamorato di lei, Tom le dice che lei è un casino tipo Anastasia di 50 sfumature (sei forte ma sei fragile, sei buffa ma intelligente) ma la ama. Si baciano.
halleluja.gif
Tom è vergine e questo ci tiene a dircelo lui stesso. Interessava davvero a qualcuno? La risposta è no.
Adesso c’è la seconda parte del libro che sembra la parte per bambini della prima elementare perché è fatta di capitoli da due/tre pagine. Ed è tutto un: stare con lui è bellissimo però ogni tanto litighiamo e quando litighiamo lo odio ma lui si fa trovare sotto casa.
“Non fare come gli altri, non andartene.” Dice Meg. E tu pensi: il libro sta finendo e ancora dobbiamo capire chi sono gli altri se l’unico era Samuele e che tipo di traumi hai avuto.
Vi giuro quasi tutti i capitoli sono con lei che piange e lui che le dice di non piangere e però scusa eh ma non puoi sempre uscirtene con scusa eh però mi piace eh però…
pesantezza

Rapporto malato alarm:

Tom cerca di toccarle una tetta, lei si irrigidisce. Non è ancora il momento, non se la sente. Olimpia, saggia donna, le dice che non può evitare il sesso per sempre e dovrebbe dire tutto a Tom. MA TUTTO COSAAAA DITELO ANCHE A NOI, DIODIDIO!
Giuro sta finendo.
A Tom arriva la proposta da una squadra di basket, lascia Meg perché non vuole una storia a distanza, lei si strugge ma lo aspetta. Lui torna dopo un po di mesi (tutto questo nelle ultime pagine eh.)
Si rivedono. “Che cazzo vuoi” “Sono venuto a riprenderti”. Credo sia la versione 2016 di “Vaffanculo” “Buonanotte amore mio”.
Lui vuole fare l’amore. Lei si irrigidisce. È pronta per la confessione. (anche perché sta finendo il libro).

MA COOOOS!

Ci viene rivelato che lei e un tale Cristian hanno avuto un rapporto sessuale (non si capisce bene se è uno stupro ma non sembra) e che lei era rimasta incinta ma che voleva tenere il bambino nonostante i suoi non fossero d’accordo e che invece aveva abortito spontaneamente.
Tom la abbraccia. Lei piange. “Possiamo abbracciarci senza dire niente?”
+++ FINE +++
Non prendetevela con me perché sto pensando che a noi, con Moccia, è veramente andata di lusso.
Se volete, potete trovare altre mie recensioni qui o su Twitter. Sono Miriam e il mio contatto twitter è: @LaGrevia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: